Clicca sui pulsanti del menù per selezionare il gruppo di presentazioni che parlano dello stesso argomento,

Clicca su “Tutte le presentazioni” per tornare all’elenco cronologico delle presentazioni svolte.

Metastasi epatiche che scompaiono dopo la chemioterapia

La chemioterapia per le metastasi epatiche da tumore colorettale consente oggi di trattare con efficacia queste lesioni e di ridurre le loro dimensioni.
A volte queste metastasi possono addirittura scomparire.
Questo non significa che le metastasi siano effettivamente curate ed sempre consigliabile la loro asportazione chirurgica con una o più resezioni epatiche.
Il problema principale è rappresentato da come riuscire a identificare queste metastasi durante la resezione epatica e come possa essere possibile eseguire interventi veramente efficaci dal punto di vista oncologico.

I protocolli di chemioterapia sistemica attuali sono molto efficaci per trattare le metastasi epatiche da tumore del colon-retto.

Tuttavia, il fatto che la metastasi scompaia alle indagini radiologiche “convenzionali”, non significa che la metastasi sia effettivamente “curata” in maniera definitiva.

Questo implica il fatto che è sempre consigliabile asportare le porzioni del fegato all’interno delle quali erano state visualizzate le metastasi che sono poi scomparse durante il trattamento chemioterapico.

La presentazione analizza le più moderne metodiche, radiologiche e non, per la gestione chirurgica di queste metastasi scomparse.

La stessa presentazione è stata effettuata il giorno 28 maggio nell’ambito del Webinar   promosso dall’ACOI “Uno sguardo al futuro: ricostruzione interattiva 3D e prograssi tecnologici nella Chirurgia Epato-Bilio-Pancreatica” e aveva il titolo originale di “Navigazione 3D Intraoperatoria – Vanishing Lesions e Chirurgia del Residuo“.