Studi pubblicati sul Tumore del Pancreas

Resezione pancreas
Interventi pancreas

Evoluzione in Italia della pancreasectomia con resezione venosa in blocco per cancro del pancreas. Studio di coorte retrospettivo su 425 casi in 10 unità di riferimento pancreatiche

Lo studio mostra che la resezione pancreatica combinata con la resezione venosa per il trattamento del cancro al pancreas si è evoluta in Italia negli ultimi 25 anni. La gestione preoperatoria è cambiata, con un uso più frequente della terapia neoadiuvante e del drenaggio biliare preoperatorio. Il tasso di resezioni radicali e il numero di linfonodi asportati è aumentato, in linea con i progressi delle tecniche chirurgiche. La sopravvivenza mediana è gradualmente aumentata dai 6 mesi dell’inizio dell’esperienza, ai 35 mesi dell’ultimo periodo. Il periodo di esecuzione dell’intervento, il coinvolgimento linfonodale e l’invasione venosa istologica sono fattori prognostici significativi all’analisi multivariata. I nostri risultati sono incoraggianti e mettono in evidenza l’evoluzione della pancreasectomia combinata con la resezione venosa in Italia. L’aumento della gestione multidisciplinare e l’esperienza dei centri di riferimento possono portare in questo contesto a un ulteriore miglioramento della sopravvivenza.

Leggi Tutto »
Resezione del pancreas con resezione venosa
Interventi pancreas

Pancreatectomia con resezione della vena mesenterica e della porta per tumore del pancreas borderline resecabile

Questo studio dimostra che l’invasione venosa alla TC preoperatoria è correlata all’invasione venosa patologica all’analisi multivariata. Il drenaggio biliare preoperatorio e le complicanze postoperatorie sono significativamente correlate. I risultati in termini di sopravvivenza sono incoraggianti, con una sopravvivenza a 5 anni del 24,4% e una sopravvivenza mediana di 24 mesi. La mortalità e la morbilità sono simili a quelle osservate dopo pancreasectomia standard. Lo studio dimostra anche il ruolo dell’invasione venosa patologica come fattore prognostico rilevante, con sopravvivenza a 5 anni e mediana del 33,7% e 31,7 mesi nei pazienti senza invasione venosa patologica, significativamente superiori a quelli dei pazienti senza invasione venosa patologica (20 % a 5 anni e mediana di 15,5 mesi). Altri fattori prognostici rilevati sono stati l’occlusione venosa alla TC preoperatoria, il coinvolgimento linfonodale, il numero di linfonodi metastatici e l’uso di terapie adiuvanti. I nostri dati confermano la fattibilità e l’efficacia della pancreasectomia con resezione venosa combinata e identificano fattori predittivi di invasione venosa e fattori prognostici, che possono aiutare nella selezione dei pazienti per diversi protocolli di trattamento. In futuro dovrebbe essere chiarito il ruolo delle terapie neoadiuvanti.

Leggi Tutto »
manda un messaggio a https://t.me/@ChirurgiaFegato

Invia subito una richiesta con Telegram

Apri direttamente Telegram ed inviaci un SMS veloce e sicuro: riceverai una risposta alla tua necessità in tempi brevissimi
NUOVO !