ALPPS

Associating Liver Partition and Portal vein ligation for Staged hepatectomy

Transezione del fegato e legatura portale per Epatectomia in due tempi

Nel 2012 il gruppo chirurgico dell’Università di Regensburg ha pubblicato l’esperienza acquisita con una nuova tecnica chirurgica.

L’ALPPS nasce dall’esigenza di aumentare il volume del fegato residuo (quello che deve rimanere nella pancia del paziente dopo l’esecuzione di interventi di resezione epatica maggiore) nei casi nei quali questa parte di fegato questo volume sia teoricamente insufficiente a garantire con sicurezza la sopravvivenza del paziente.

La metodica convenzionale per aumentare il volume del fegato residuo è l’embolizzazione della vena porta.  Tale metodica comporta tuttavia un tempo di attesa di circa tre settimane fra la sua esecuzione e l’operazione chirurgica di resezione epatica.

Durante un intervento chirurgico eseguito per un trauma fu necessario disconnettere la parte destra del fegato da quella sinistra e contemporaneamente legare il ramo destro della vena porta. Questi gesti combinati indussero un consistente aumento volumetrico del fegato sinistro documentato radiologicamente già solo dopo 9 giorni dalla prima procedura.

L’intuizione fu di replicare questa combinazione di gesti chirurgici in pazienti che sarebbero dovuti essere operati per tumori maligni con l’esecuzione di resezioni del fegato maggiori ma nei quali la parte di fegato che doveva rimanere era stata valutata come piccola alla valutazione preoperatoria.

Passo 1

Campo chirurgico durante la primo tempo. La vena porta deve ancora essere legata. La transezione del parenchima viene eseguita seguendo il legamento falciforme.

∗ indica la sede del tumore nel fegato destro e nel segmento 4

Passo 1

Campo chirurgico dopo l’esecuzione quasi completa della trasezione del fegato e la divisione della vena porta

divisione Situs after nearly total ISS and right portal vein division ∗.

CBD = via biliare principale
LHA = arteria epatica sinistra
LPV = ramo sinistro della vena porta
RHA = arteria epatica destra

I segmenti 4a e 4b mostrano una ridutta perfusione dopo la transezione del parenchima epatico e la legatura dei vasi venosi portali e arteriosi (freccia rossa) al termine della procedura

Passo 2

Il segmento 4b è solo parzialmente necrotico durante la seconda procedura eseguita dopo 9 giorni di intervallo per ottenere l’ipertrofia.

Immagini tratte da:

Schnitzbauer AA, Lang SA, Goessmann H, Nadalin S, Baumgart J, Farkas SA, Fichtner-Feigl S, Lorf T, Goralcyk A, Hörbelt R, Kroemer A, Loss M, Rümmele P, Scherer MN, Padberg W, Königsrainer A, Lang H, Obed A, Schlitt HJ.
Right portal vein ligation combined with in situ splitting induces rapid left lateral liver lobe hypertrophy enabling 2-staged extended right hepatic resection in small-for-size settings.
Ann Surg. 2012 Mar;255(3):405-14

Se hai ancora dei dubbi su questo argomento, se vuoi approfondire un particolare aspetto che magari ti riguarda oppure riguarda una persona a te vicina, se voi richiedere un consulto attraverso la posta elettronica, contattaci usando il semplice modulo on-line a tua disposizione oppure scrivici una mail.

Embolizzazione Portale

L'alternativa classica all'esecuzione di una ALPPS

Interventi Chirurgici sul Fegato

Quali interventi chirurgici si realizzano comunemente sul fegato?

I Tumori del Fegato

Quali malattie tumorali, benigne e maligne, possono insorgere nel fegato?