Antonio Luis esegue quella che per molti anni è stata definita la prima epatectomia al mondo

Quella che per molto tempo è stata definita come la prima epatectomia eseguita al mondo è stata effettuata da Antonio Lius in una paziente di 67 anni portatrice di un adenoma del fegato.
Sebbene questa massa di 15,5 x 13 x 11 cm fosse chiamata adenoma dal patologo, la descrizione di un setto giallo-bianco ed, e il tumore incapsulato è più indicativo di un carcinoma o un emangioma involutivo.
Venne riportato che questo tumore, delle dimensioni della testa di un bambino, pendeva su un peduncolo dal bordo del lobo sinistro del fegato e venne cauterizzato e resecato impiegando il cauterio di Paquelin.
Lius ha cercato di suturare il moncone del peduncolo reciso alla parete addominale, ma non ci riuscì.
La paziente muore dopo 6 ore dall’intervento chirurgico a causa di una emorragia postoperatoria.
Lo strumento di Paquelin consisteva nella combustione di un liquido infiammabile come il benzene a temperature elevate.

La referenza bibliografica per questo evento è:

Lius A.

Di un adenoma del fegato.

Centralblatt Fur Chir. 1887/1886;5:99.

 

Lius A.

Di un adenoma del fegato.

Gazzetta delle Cliniche 1886; 23(15):225-230

manda un messaggio a https://t.me/@ChirurgiaFegato

Invia subito una richiesta con Telegram

Apri direttamente Telegram ed inviaci un SMS veloce e sicuro: riceverai una risposta alla tua necessità in tempi brevissimi
NUOVO !